Se io fossi Lippi: i miei 23 (ad oggi) per il Sudafrica

Claudio Lippi, idolo della mia (difficile) infanzia

Il countdown per i Mondiali in Sudafrica è iniziato. Mancano sei mesi e partono i primi tormentoni, clichè tipicamente italiano che si protrarrà sino a primavera con un’impennata a maggio prima delle convocazioni ufficiali. Povero, si fa per dire, Lippi (nella foto, l’unico Lippi che io stimi veramente…). Il vero nodo è attorno al nome di Totti, ma ci sarà tempo anche per i fan di Del Piero. Quelli di Cassano si sono forse già rassegnati, quelli di Balotelli invece sperano nell’intelligenza del ct. Perchè, come leggerete nel mio borsino, l’interista DEVE andare ai Mondiali. La motivazione è semplice: forti come lui non ce ne sono, non vedevo attaccanti di tale talento in Italia da almeno vent’anni. E lo dice un milanista…

Ecco comunque, ad oggi, i miei ventitrè convocati e gli outsider da tenere d’occhio. Aggiorneremo la situazione ogni mese, qualunque commento al riguardo è ben accetto. Del resto, siamo un popolo di allenatori e io, modestamente, lo fui…

Portieri: BUFFON – MARCHETTI – CASTELLAZZI (outsider: Viviano, De Sanctis, Sirigu)

La gerarchia è chiara: primo Gigi e secondo il portiere del Cagliari. Così Lippi dirà che lui lancia i giovani…come terzo meriterebbe una chiamata l’estremo della Samp, più continuo di De Sanctis a cui invece spetterà il posto. I migliori, in realtà, sono Viviano e Sirigu ma in Italia, si sa, meglio non abbondare con i giovani. Specie se non giocano nella Juve, vero Marcello?

Difensori: ZAMBROTTA – SANTON – CANNAVARO – NESTA – CHIELLINI – GAMBERINI – GROSSO – CRISCITO (outisder: Motta, De Silvestri, Ranocchia, Bonucci, Bocchetti)

Tutti parlano del ritorno di Totti, ma quello da convincere – a costo di chiderglielo in ginocchio – è Sandro Nesta. Il più forte difensore al mondo degli ultimi dieci anni, sfido chiunque a dire il contrario. E’ bastato il suo ritorno per ridare dignità alla difesa del Milan. In my opinion, è sempre stato meglio di Cannavaro tanto per intenderci. Il capitano, già. Merita la chiamata, ci mancherebbe. Ma, con Nesta e Chiellini al top, lui sarebbe la terza scelta. Oppure bisognerebbe spostare il toscano a sinistra dove non abbondiamo. Zambrotta e Grosso saranno i due esterni titolari, solo perchè in serie A mancano giocatori di quel livello. Spero vivamente che Santon vada a giocare per poter essere convocato (è il più forte), Criscito può essere utile perchè duttile. Se Nesta non dovesse andare (probabile che ciò accada), una preghiera: dentro Gamberini e Ranocchia (o Bonucci, sempre del Bari), fuori Legrottaglie. Perchè mai dovrebbe meritare la Nazionale uno che fa la riserva a Cannavaro e Chiellini? Ah già, dimenticavo. E’ della Juve…occhio anche a De Silvestri, il nostro futuro sulla fascia destra. Sta facendo bene a Firenze, può essere la sorpresa. Motta deve ritrovarsi alla Roma, se ce la fa può sperare.

Centrocampisti: PIRLO – GATTUSO – DE ROSSI – MARCHISIO – CAMORANESI – CANDREVA (outsider: Galloppa, Cossu, Aquilani, Palombo, Montolivo, Perrotta, Mannini)

Premessa: ipotizzo che giocheremo con il 4-3-3 o il 4-2-3-1. De Rossi e Pirlo saranno titolari sempre e comunque, al loro fianco vedo benissimo Marchisio. Complimenti sinceri alla Juve per aver tirato fuori un bel talento come il suo. Se sta bene, comunque, Camoranesi una maglia la merita. E’ straniero, ok, ma ormai chi se ne frega. Il problema è dietro questi quattro. Gattuso, mio mito personale, è la riserva di Ambrosini nel Milan eppure al Mondiale ci andrà lui perhè il romagnolo sta antipatico a Lippi. A ridaje. Come sesto, allora, tanto vale chiamare Candreva che è eclettico ed ha personalità. Tanto, diciamocelo, non giocherà mai. Tipo Barone nel 2006. Però lui almeno ha talento. Il migliore di tutti, forse, starà a casa. Mi riferisco ad Aquilani: a me piace tantissimo da sempre. Però deve fare cinque mesi alla grande – intendo senza infortuni, il suo vero problema – nel Liverpool se vuole sperare. Io non lo chiamerei, ma temo invece che Palombo farà parte della rosa. Se proprio va convocato un doriano per mitigare il caso Cassano, a quel punto occhio a Mannini: è un esterno vero, in Italia ce ne sono pochi. Molto bravi Cossu e Galloppa, ma sono poco sponsorizzati. Perrotta è ormai bolso, Montolivo sarebbe la quadratura del cerchio ideale se davvero si svegliasse e iniziasse a dimostrare con continuità di essere uno dei migliori prodotti del nostro calcio.

Attaccanti: BALOTELLI – TOTTI – PAZZINI – BORRIELLO – GILARDINO – IAQUINTA (outsider: Quagliarella, Di Natale, Miccoli, Rossi, Matri, Del Piero, Pellissier)
Del sestetto citato, se ne chiamerà quattro, ci sarà già da intonare ‘Pepepepepe’ con trenino apposito. Gli unici sicuri al 100% sono Gilardino e Iaquinta. Sia chiaro, non mi fanno impazzire. Gila è fortissimo, però nelle grandi competizioni gli manca sempre qualcosa: io lo ricordo bene al Milan, dove ha segnato una rete importante in tre anni (3-0 al Manchester in semifinale Champions 2007). Però, per movimenti e per classe, è la prima punta più forte a nostra disposizione. Vincenzone, invece, l’ho rivalutato negli ultimi anni: sgobba, si adatta a fare l’esterno (per questo, con Lippi, giocherà sempre come in Germania) e segna pure. Ci sta dentro. Però, mi si consenta (devo sempre citare Silvio, altrimenti si offende), Balotelli è due volte più forte di lui. D’accordo, non avrà testa ma in un Mondiale serve anche la scheggia impazzita. Specie in questa squadra dall’età media già avanzata. Come esterno d’attacco è esplosivo, può fare tranquillamente la prima e la seconda punta, è ormai titolare nella squadra che domina il campionato. Ditemi voi perchè non dovrebbe andare. Favorevole al ritorno di Totti, non a quello di Toni (indigesto al sottoscritto già ai bei tempi del Brescia di Baggio, Guardiola e Bachini), spendo poi una lancia in favore di Pazzini e Borriello. Il primo difende la palla come nessuno in Italia, qualità spesso ignorata. Toni, nel 2006, sapeva fare solo quello ed è stato titolare pur vedendo la porta con il binocolo. Inoltre, Pazzini sa anche essere goleador: un misto tra Inzaghi e Borriello. Borriello, appunto. Mi chiedo perchè tutto sto casino su Amauri quando abbiamo già in casa uno che più forte di lui. Il Milan, guardate i numeri, ha iniziato a vincere quando si è potuto fregiare del suo apporto in attacco. E’ cresciuto, è completo e si sacrificare per la squadra. Va chiamato subito. Dipendesse da me vedrei bene Totti dietro a lui e Balotelli ma temo sia fantacalcio. Così come è fantacalcio parlare ancora di Cassano. A me è simpatico, lo dico subito. Tuttavia, ha zero chances di andare al Mondiale e, con il ritorno di Totti, si riducono a “sottozero”. Non ha senso parlarne, specie finchè non riesce ad essere decisivo nelle sfide della sua Samp contro le grandi dove, finora, ha sempre steccato. Tra gli outsider, in ribasso le quotazioni di Pepito Rossi (eppure mi piace tanto), penso che solo uno tra Quagliarella e Di Natale si imbarcherà per l’Africa. Al posto, nella mia lista, di Balotelli. Che quell’aereo, temo, non lo prenderà mai. Così come Miccoli che, poveretto, ha numeri da campione ma ha litigato con Moggi alla Juve. E quindi anche con Lippi…Ad ogni modo, i due napoletani sono una garanzia di serietà: possono fare la sesta punta, insomma, senza rompere le palle. Non farebbe lo stesso Del Piero. Se tornerà a giocare e segnare con continuità, tuttavia, un suo ritorno non è da escludere. Essendo lui persona pulita, ne sarei felice. Segnalazioni per Matri e Pellissier: il cagliaritano segna senza sosta da quasi due mesi, l’aostano del Chievo ce l’ho al fantacalcio e la sua sarebbe una piccola favola.
L’IMPORTANTE E’ CHE NON CI VADA PEPE. A TUTTO C’E’ UN LIMITE…

Ci aggiorniamo tra un mesetto. Magari più stringato. Esaustivo sì, ma non troppo…che è meglio!

PS: La mia formazione titolare (4-3-1-2): Buffon; Zambrotta, Nesta, Chiellini, Santon; De Rossi, Pirlo, Marchisio; Totti; Balotelli, Borriello. Allenatore: Bertelli (non vinceremmo il Mondiale perchè lo vince l’Inghilterra, però magari sul podio ci arriviamo…)
Annunci

One Response to Se io fossi Lippi: i miei 23 (ad oggi) per il Sudafrica

  1. Andybac ha detto:

    Ciao Luca!
    Grande questo blog!
    Sono d’accordo con te quasi su tutto, e questo certifica la tua competenza calcistica, se mai ce ne fosse ancora bisogno! Eheheheh
    Il quasi è su Balotelli, lo vedo ancora troppo Cassanizzato per essere convocato, e, soprattutto, non lo vedo ancora così decisivo, se non (molto) a tratti. Anche nell’Under peraltro, dove dovrebbe rullare gli avversari con continuità.
    Detto questo, capisco il fastidio nei confronti di Lippi (Marcello), e te lo dice un viola (!), però, cribbio (LO cito anche io per non essere da meno), è pur sempre il coach che ci ha portato a vincere i mondiali! Poi è abbastanza chiaro che non li rivinceremo, però da tifoso con le fette di salame sugli occhi ci voglio e vorrò provare comunque!
    Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: