Briatore, il re ERA nudo

Non sono un grande appassionato di Formula Uno e quindi lascerò ad altri – per esempio il mio amico Vincenzino Bonanno – analizzare nei dettagli tecnici la questione Briatore. Il manager italiano, come sapete, ieri è tornato ad essere un uomo “sportivamente” libero dopo essere stato inizialmente radiato dalla Fia per il caso Piquet. La questione è nota, ma la spiego a chi non la conoscesse: durante il Gran Premio di Singapore del 2007, l’allora deus ex machina della Renault ordinò al proprio pilota di andare a sbattere contro un muretto per favorire l’ingresso della Safety Car e permettere a Fernando Alonso, in quel momento primo per caso dopo una qualifica orripilante, di mettere in ghiaccio il successo. Come poi, in effetti, avvenne.

Briatore, ieri, ha dimostrato con il suo ricorso che le accuse erano infondate. Ha vinto. Il re era nudo, ora non lo è più. E, giudicando le foto da uomo quale sono, oserei anche dire: “Menomale”. Piuttosto, si denudasse la Gregorarci insomma…

Non spetta a me giudicare se l’incidente di Piquet fosse stato realmente provocato dal buon Flavio. Non credo sia uno stinco di santo, penso che un po’ di strategia in quel caso ci sia stata.

Ma la questione non è questa. Negli ultimi vent’anni, in Formula Uno, se ne sono viste di cotte e di crude: ricordo Senna prima (ai danni di Prost, due volte) e Schumacher poi (prima con Hill e poi con Villenueve, ma in questo caso senza successo) provocare volutamente un incidente con il rivale di turno, nelle ultime gare del Mondiale, per assicurarsi il titolo. E nessuno li ha mai radiati. Giochi di squadra indecenti, con piloti fatti rallentare per consentire al compagno più forte di sorpassarli e guadagnare punti in classifica, sono all’ordine del giorno.

E poi, veniamo a lui. Max Mosley, il grande accusatore. Come può essere credibile e parlare di “pulizia” un uomo che è stato sorpreso a fare festini a sfondo nazista? La Formula Uno è (forse era, dopo l’avvento di Todt) nelle mani sue e di Ecclestone.

Un altro intelligentone, capace di affermare: “La morte di Senna è stata utile alla Formula Uno, ha aumentato la sicurezza dei piloti“.

Ma teniamoci Briatore, allora. Con i suoi tanga, le sue babbucce, la sua Gregoraci. E le sue vittorie: Schumacher e Alonso, alla Benetton, li ha lanciati lui. E ha vinto quattro Mondiali. Ecco perchè qualche tifoso, oggi, lo vorrebbe addirittura in Ferrari…

Annunci

7 Responses to Briatore, il re ERA nudo

  1. paginescure ha detto:

    Quella foto è inquetante…

  2. alessandra ha detto:

    Adoro Briatore…l uomo dei miei sogni..

  3. I constantly spent my half an hour to read this blog’s articles all the time along with a cup of coffee.

  4. payday loan ha detto:

    Hello there, You have done a great job. I’ll definitely digg it and personally suggest to my friends. I’m
    sure they’ll be benefited from this web site.

  5. Trena Z. Roussel ha detto:

    Heya i’m for the first time here. I came across this board and I find It truly useful & it helped me out much.
    I am hoping to give something again and aid others such as you aided me.

  6. Tanika U. Rosie ha detto:

    I take pleasure in, lead to I found just what I used to be
    taking a look for. You’ve ended my four day lengthy hunt!
    God Bless you man. Have a great day. Bye

  7. Chantal F. Cesario ha detto:

    wonderful points altogether, you simply received a new reader.
    What would you suggest about your publish
    that you just made some days in the past? Any sure?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: