Scusa Antonellina ma stasera…

Antonellina con il suo aitante compagno Eddy. Un classico esempio di matrimonio d'amore...

Tra poco inizia il Festival di Sanremo. Da personaggio nazionalpopolare quale sono, in linea di massima, è un appuntamento che seguo. Mi piace la musica, amo le competizioni. E soprattutto non sono ipocrita. Perchè fingere di non guardarlo quando lo guardano tutti?

Stasera, però, Antonellina, mi devi scusare. La tua prima nella città dei fiori me la perderò. Penso che, per motivi di lavoro, dovrò saltare a piè pari anche le prossime serate. Sorry. In qualche modo rimarrò aggiornato, lo prometto. Anche se – lancio un sassolino – mi chiedo come mai tutto sto casino per Morgan quando la Clerici, in un’altra intervista, ha dichiarato di assumere pillole per dimagrire in vista di Sanremo. L’anoressia è forse meno grave della droga? Mah, non ne sarei affatto sicuro…

Ad ogni modo, smaltita la parentesi Festival, passiamo a stasera. E quindi Milan-Manchester. Ottavi di Champions. Questa è una di quelle gare che vanno annoverate a pieno titolo nel novero delle Partite, quelle con la P maiuscola. E quindi, come tale, va guardata in modo religioso.

Le sfide che contano amo vederle da solo o quasi. Divano di destra del mio salotto, piedi sul bracciolo, mio padre alla sinistra nel divano più grande. Donne a casa, anzi in cucina. Stasera c’è pure il Festival, sono fortunate. Mia madre, una volta, osò spolverare il televisore facendoci perdere un gol e ancora si ricorda gli improperi. Era tra l’altro un’inutile gara di campionato. Per la Champions sa che deve stare al suo posto e non scassa i cosiddetti…

I ricordi più nitidi della mia vita di tifoso rossonero sono abbinati alle gare più belle del Milan nelle Coppe europee. Lasciamo perdere le finali, parliamo dei “mercoledì da leoni” e del loro profumo speciale. Penso a un lontano Bayern-Milan 1-1, semifinale del 1990 con la rete del povero Borgonovo; a un Paris SG-Milan 0-1, altra semifinale nel 1995 quando Boban segnò nei minuti di recupero dopo 90′ in trincea; ricordo più di tutte Milan-Ajax 3-2 e il doppio derby con l’Inter nel 2003. Gare per le quali faticavo a dormire la notte precedente.

Lo dico spesso: anche a causa del mio lavoro, con il tempo sono maturato e non soffro più per il calcio come una volta. Certe notti, però, la passione torna forte come quando ero piccolo e dal risultato del Milan dipendeva il mio umore quotidiano.

Certe notti hai qualche ferita che…il tuo Milan disinfetterà. Spero stanotte sia una di quelle notti. Una notte da Pippo Inzaghi, magari. Una notte da Milan-Manchester, nel ricordo delle fenomenali vittorie targate 2003 e 2007.

Che notti, quelle notti. Antonellina capirà…

Annunci

One Response to Scusa Antonellina ma stasera…

  1. Claudia Abbiati ha detto:

    mi sarebbe piaciuto, in effetti -__-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: